Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2015

Il lavoro della consapevolezza - Nisargadatta Maharaj

Osservandoti nella vita quotidiana con attento interesse, con l'intenzione di capire piuttosto che di giudicare, nell'accettazione completa di qualunque cosa possa emergere, per il solo fatto che è lì, tu dai modo a ciò che è profondo di venire in superficie e di arricchire la tua vita e la tua coscienza con le sue energie imprigionate.

Ai miei amici - Paramahansa Yogananda

Ai miei amici, di ogni paese, auguri e benevolenza!

Ovunque voi siate, chiunque voi siate, di qualunque colore, razza, o credo, V'invio il mio amore e il pegno della mia lealtà. Voi, che per centinaia di anni, o per solo un giorno, avete lavorato e lottato per la giustizia, la libertà, e la Verità, ricevete la mia gratitudine e la mia devozione.

Uno dei segreti del successo - Omraam Mikhael Aivanhov

"Esercitate la vostra facoltà di osservazione. Quando uscite da un luogo, dovreste essere capaci di descriverlo, non tanto perché quel luogo sia necessariamente di un certo interesse, quanto per il fatto che è importante esercitarsi ad osservare.

Senza peccato non c’è redenzione ... - Paolo D’Arpini

Lasciate che i pargoli ... dicano la verità. «[...] mi sovviene una storiella, forse vera e comunque verosimile, appresa da Osho, ed il fatto sembra accadde realmente in una scuola missionaria d’oltre oceano.

La soglia interiore - Osho

"Solo la meditazione può rendere civilizzata l’umanità, perché solo la meditazione permette di sprigionare la creatività che ogni essere umano possiede, sottraendogli al tempo stesso la distruttività. La meditazione porterà alla luce la tua compassione, e si porterà via la tua crudeltà. La meditazione ti renderà responsabile di fronte al tuo stesso essere, per cui non potrai più agire come un criminale.

Tutto è uno - Albert Einstein

"Un essere umano è parte di un tutto che chiamiamo 'universo', una parte limitata nel tempo e nello spazio.

Sperimenta se stesso, i pensieri e le sensazioni come qualcosa di separato dal resto, in quella che è una specie di illusione ottica della coscienza.