Passa ai contenuti principali

In queste scuole la meditazione ha sconfitto la violenza

Negli ultimi anni, le scuole americane hanno fatto notizia quasi esclusivamente per sparatorie, massacri, traffico di droga. Invece, lontano dai riflettori dei media, c’è una piccola grande rivoluzione che pochi hanno notato, e che ci dà motivo di speranza: un numero crescente di scuole sta adottando la meditazione come strumento per combattere i problemi più difficili, anche quelli incancreniti. E il successo è provato. Studi di varie università, condotti con rigore scientifico, dimostrano che dove gli studenti abbiano adottato i cosiddetti “intervalli della quiete”, i voti migliorano, le assenze diminuiscono, le sospensioni per motivi disciplinari calano tantissimo. In generale, nelle scuole dove si medita, sia gli studenti che gli insegnanti stanno meglio.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

E’ importante sottolineare che non c’è nulla di religioso o filosofico nell’approccio a questa pratica: Carmen Nambdi, la preside di una media di Detroit, che praticava lei stessa meditazione da 30 anni e l’ha insegnata ai suoi studenti, insiste: “Si tratta di una tecnica fisica per raggiungere la quiete e ricavarne un riposo profondo e ritemprante”. Lo stesso assicura il provveditore di San Francisco, dove l’esperimento della scuola media “Visitacion Valley”, lanciato nel 2007, ha avuto negli anni tanto successo, che è stato imitato da altri istituti. Il provveditore, Richard Carranza, che vorrebbe estenderla a tutta la Contea,  spiega che alla Visitacion si era provato di tutto per migliorare i voti e la disciplina. C’erano continui scontri e botte fra studenti, aggressività verso i professori, vandalismo. Molti degli studenti soffrivano di stress e depressione. Ma nè l’assistenza di psicologi, nè il doposcuola, nè lo sport, avevano dato risultati: “Non c’era più modo di controllare la situazione” ha ricordato Carranza. Poi la David Lynch Foundation ha steso una mano. La fondazione è stata creata dal grande regista per “favorire la pace attraverso l’istruzione”. Lynch stesso è un grande sostenitore della meditazione come uno strumento per “rafforzare le proprie energie, dare spazio alla creatività e rendere felici”. ...

- Da ilmessaggero.it del 18-01-14, leggi tutto l'articolo di Anna Guaita ...

Commenti

Post popolari in questo blog

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.

Il Sutra della Lampadina (satira buddhista)

I - Così l'ho sentito.

Una volta il Bhagavan si trovava a Rajagriha sul Poggio dell'Avvoltoio, accompagnato da una grande folla di bikkhu e di una grande folla di bodhisattva. Era tardi, e in quel momento, benché la notte fosse sul punto di calare, il Bhagavan stava concentrato su quella parte dei dharma chiamata Profonda Illuminazione che lo faceva brillare nella penombra.

"La legge del Karma, spiegata ad un bambino" di Mohan

Padre e figlio stanno passeggiando nella foresta. A un certo punto il bambino inciampa e cade. Il forte dolore lo fa gridare: "Ahhhhh!". Con sua massima sorpresa, ode una voce tornare dalla montagna: "Ahhhhh!". Pieno di curiosità, grida: "Chi sei?" - ma l'unica risposta che riceve è: "Chi sei?". Questo lo fa arrabbiare, così grida: "Sei solo un codardo!" - e la voce risponde: "Sei solo un codardo!"