Passa ai contenuti principali

Meditazione: anni 60

Maharishi Mahesh Yogi portò la meditazione trascendentale (MT) in America negli anni '60 e da allora si diffuse alla velocità della luce. La MT è un tipo di pratica incentrata sulla ripetizione di un mantra per purificare la mente e infondere un senso di relax. I Beatles erano dei seguaci di Maharishi, passarono del tempo nel suo ashram a Rishikesh, in India e giocarono un ruolo fondamentale nel diffondere la pratica in Occidente.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

A metà degli anni '70 "la meditazione si è trasformata da cultura underground a cultura di massa" come scrive l'autore americano Philip Goldberg, rispettata e praticata in tutte le età, non più una strana, esotica mania dei giovani. Oggi sappiamo che la MT funziona: è stata associata ad una riduzione dello stress, pressione più bassa, migliori risultati scolastici, benefici in caso di disturbi depressivi e altre proprietà psico-fisiche.

- Da huffingtonpost.it del 27-11-13, leggi tutto l'articolo "Anni '60. 9 lezioni da trarre. Dallo yoga, alla musica, la meditazione e la lettura" ...

Commenti

Post popolari in questo blog

Com'è fresco il soffio del vento! - Thich Nhat Hanh

« Com'è fresco il soffio del vento!
La pace è ogni passo.
E fa gioioso il sentiero senza fine. »
(Thich Nhat Hanh, La pace è ogni passo)

Thich Nhat Hanh, monaco zen vietnamita, poeta e attivo sostenitore dei processi di pace, maestro di meditazione, è oggi insieme al Dalai Lama una delle figure più rappresentative del Buddhismo nel mondo. Nato in Vietnam centrale nel 1926, ordinato monaco all’età di 16 anni, ha interpretato e promosso, fin dalla giovinezza, il buddhismo quale strumento per portare pace, riconciliazione e fratellanza nella società.

Contemplazione e Meditazione

Le parole "contemplazione" e "meditazione" talvolta hanno significato diametralmente opposto a seconda che compaiano in un contesto occidentale o orientale.

Sei sicuro? - Thich Nhat Hanh

Sei sicuro?
In ognuno di noi c'è un fiume di percezioni, in flusso continuo giorno e notte. Meditare vuol dire sedere sulla riva di quel fiume e osservare tutte le percezioni.
Grazie all'energia della consapevolezza possiamo scoprire la natura delle nostre percezioni e sciogliere i nodi che ci legano alle percezioni errate.