Passa ai contenuti principali

Una "santa" barzelletta

Religione. Ridere fa bene! Ecco una "santa barzelletta".

Disclaimer sulle barzellette: Ci rendiamo conto che l'umorismo religioso può essere rischioso. La nostra speranza è che la capacità di ridere di noi stessi (e degli altri) sia anche un modo per affrontare più facilmente il discorso religioso. Se si ritiene che qualche battuta è discutibile, ce ne scusiamo. Come nella maggior parte dei casi, non si conosce l'autore delle barzellette.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Madre Teresa in cielo

Quando morì, Madre Teresa se ne andò dritta in cielo, alle cui porte di splendore Dio l'attendeva per salutarla.

"Un po' di fame, Madre Teresa?", chiese il Signore.
"In effetti mangerei qualcosa", rispose Madre Teresa.

Così Dio aprì una scatoletta di tonno, prese un pezzo di pane di segale e cominciarono a mangiare insieme. Mentre mangiavano il pasto frugale, Madre Teresa guardò giù e vide che nell'inferno i suoi abitanti divoravano enormi bistecche, aragoste, fagiani, pernici e pasticcini. La cosa la incuriosiva parecchio, ma piena di fiducia com'era, non disse nulla.

Il giorno successivo il Signore la invitò nuovamente a mangiare insieme. Ancora una volta, lo stesso menù: tonno e pane di segale. Ancora una volta, Madre Teresa guardò giù e vide gli abitanti della Fornace ardente che gustavano agnello, tacchino, cervo, e dessert deliziosi. Ma neanche questa volta disse nulla.

Il giorno seguente, stesso pasto di tonno. Questa volta non riuscì a trattenersi. In maniera molto pacata, chiese: "Signore, io sono grata di essere in paradiso con te come una ricompensa per la religiosa, obbediente vita che ho condotto. Ma qui in cielo non faccio che mangiare tonno e un pezzo di pane di segale mentre da altre parti si mangia come imperatori e re! Francamente non capisco."

Dio sospirò. "Siamo onesti Teresina". "Non vale la pena cucinare solo per due persone".

Commenti

Post popolari in questo blog

Com'è fresco il soffio del vento! - Thich Nhat Hanh

« Com'è fresco il soffio del vento!
La pace è ogni passo.
E fa gioioso il sentiero senza fine. »
(Thich Nhat Hanh, La pace è ogni passo)

Thich Nhat Hanh, monaco zen vietnamita, poeta e attivo sostenitore dei processi di pace, maestro di meditazione, è oggi insieme al Dalai Lama una delle figure più rappresentative del Buddhismo nel mondo. Nato in Vietnam centrale nel 1926, ordinato monaco all’età di 16 anni, ha interpretato e promosso, fin dalla giovinezza, il buddhismo quale strumento per portare pace, riconciliazione e fratellanza nella società.

Dal Canto di Mahamudra

Alcuni brani tratti dal "Canto di Mahamudra" di Tilopa. Il Mahamudra è l'insegnamento spirituale e il percorso di meditazione della scuola buddhista-tibetana Kagyu, iniziata proprio da Tilopa, nella quale rientrano il suo allievo Naropa, Marpa il Traduttore e il suo celeberrimo allievo Milarepa.

I cinque precetti buddisti

La pratica buddista richiede che si osservino i cinque precetti fondamentali come impegno minimo, per non far  del male a se stessi e agli altri con le parole e con le azioni. Questi precetti si recitano regolarmente per ricordarsi dell'impegno assunto. I precetti sono: