Passa ai contenuti principali

Contribuisco alla pace, quando ...

Contribuisco alla pace quando mi sforzo di esprimere il meglio di me stesso nelle relazioni con gli altri.

Contribuisco alla pace quando metto la mia intelligenza e le mie competenze al servizio del bene.

Contribuisco alla pace quando provo compassione verso tutti coloro che soffrono.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Contribuisco alla pace quando considero tutti gli uomini miei fratelli, qualunque siano la loro razza, cultura e religione.

Contribuisco alla pace quando mi rallegro della gioia altrui e prego per il loro benessere.

Contribuisco alla pace quando ascolto con tolleranza opinioni che divergono dalle mie, o che sono opposte ad esse.

Contribuisco alla pace quando, per regolare ogni conflitto, uso il dialogo invece della forza.

Contribuisco alla pace quando rispetto la natura e la preservo per le generazioni venture.

Contribuisco alla pace quando non cerco di imporre a gli altri il mio concetto di Dio.

Contribuisco alla pace quando faccio della pace il fondamento del mio ideale e della mia filosofia.

(Bellissima preghiera d'affermazione, presentata ad una riunione dell'Unesco a Parigi)

Commenti

Post popolari in questo blog

Com'è fresco il soffio del vento! - Thich Nhat Hanh

« Com'è fresco il soffio del vento!
La pace è ogni passo.
E fa gioioso il sentiero senza fine. »
(Thich Nhat Hanh, La pace è ogni passo)

Thich Nhat Hanh, monaco zen vietnamita, poeta e attivo sostenitore dei processi di pace, maestro di meditazione, è oggi insieme al Dalai Lama una delle figure più rappresentative del Buddhismo nel mondo. Nato in Vietnam centrale nel 1926, ordinato monaco all’età di 16 anni, ha interpretato e promosso, fin dalla giovinezza, il buddhismo quale strumento per portare pace, riconciliazione e fratellanza nella società.

Dal Canto di Mahamudra

Alcuni brani tratti dal "Canto di Mahamudra" di Tilopa. Il Mahamudra è l'insegnamento spirituale e il percorso di meditazione della scuola buddhista-tibetana Kagyu, iniziata proprio da Tilopa, nella quale rientrano il suo allievo Naropa, Marpa il Traduttore e il suo celeberrimo allievo Milarepa.

I cinque precetti buddisti

La pratica buddista richiede che si osservino i cinque precetti fondamentali come impegno minimo, per non far  del male a se stessi e agli altri con le parole e con le azioni. Questi precetti si recitano regolarmente per ricordarsi dell'impegno assunto. I precetti sono: