Passa ai contenuti principali

Cambia le tue parole, cambia il tuo mondo! - Aivanhov

"Le pietre sono vive: sì, vive e coscienti. Esse ci parlano, e anche noi possiamo parlare loro. Siete stupefatti…? Ebbene, provate a sperimentarlo entrando in comunicazione con esse. Tenete in mano una pietra e ascoltatela: a poco a poco sentirete che quella pietra vi racconta la lunga storia della Terra, tutti gli avvenimenti ai quali ha assistito e che si sono registrati su di essa, poiché tutto si registra.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Voi pure potete farvi udire da una pietra parlandole con amore, poiché l’amore è il linguaggio universale che tutto il creato comprende. Toccate una pietra con amore, e questa vibrerà già in modo diverso e potrà rispondervi con amore.

Quando saprete parlare alle pietre potrete anche affidare loro dei messaggi. Prenderete una pietra e, impregnandola del vostro amore, le chiederete di portare la pace e la gioia alla persona alla quale la offrirete. Sentirete persino che quella pietra è felice di vedersi affidare una tale missione. "

(Omraam Mikhael Aivanhov)

- Aivanhov su macrolibrarsi
- Aivanhov su Amazon.it
- Aivanhov su Wikipedia
- Prosveta pubblica le opere d'Aivanhov

Commenti

Post popolari in questo blog

Com'è fresco il soffio del vento! - Thich Nhat Hanh

« Com'è fresco il soffio del vento!
La pace è ogni passo.
E fa gioioso il sentiero senza fine. »
(Thich Nhat Hanh, La pace è ogni passo)

Thich Nhat Hanh, monaco zen vietnamita, poeta e attivo sostenitore dei processi di pace, maestro di meditazione, è oggi insieme al Dalai Lama una delle figure più rappresentative del Buddhismo nel mondo. Nato in Vietnam centrale nel 1926, ordinato monaco all’età di 16 anni, ha interpretato e promosso, fin dalla giovinezza, il buddhismo quale strumento per portare pace, riconciliazione e fratellanza nella società.

Dialogo di Gandhi con un buddhista

Il dialogo che segue si svolse ad Abottabad tra Gandhi e il dr Fabri, un archeologo ungherese che, oltre ad essere autore di scoperte archeologiche, per molti anni lavoro' alle dipendenze del Dipartimento archeologico dell'India, collaborando alla riorganizzazione del museo di Lahore. "Scavando" in profondita' nella cultura buddhista era diventato razionalista. In precedenza aveva intrattenuto una corrispondenza epistolare con Gandhi, e aveva anche digiunato in solidarieta' con lui. Era venuto ad Abbottabad apposta per incontrare il Mahatma. In particolare, era interessato alla forma e al contenuto della preghiera e desiderava ardentemente sapere in che modo Gandhi pregasse.

Contemplazione e Meditazione

Le parole "contemplazione" e "meditazione" talvolta hanno significato diametralmente opposto a seconda che compaiano in un contesto occidentale o orientale.