Passa ai contenuti principali

Aforismi sulla felicità - autori vari

Se non riesci a trovare la felicità, createla da solo, l'apprezzerai ancor di più.
- Anonimo -

La gioia non è nelle cose, è in noi stessi.-
- Jess Lair -

Se la vita non ti offre un gioco che valga la pena giocare, inventane tu uno nuovo.
- Anthony J. D'Angelo -

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Ricorda che la felicità non dipende da chi sei o da cosa hai. Dipende solamente da cosa pensi.
- Dale Carnegie -

Esercitare liberamente il proprio ingegno, ecco la vera felicità.
- Aristotele -

La felicità: un bel conto in banca, un bravo cuoco e una buona digestione.
- Jean Jacques Rousseau -

L'uomo stolto cerca la felicità lontano, il saggio la fa crescere sotto i propri piedi.
- J. Robert Oppenheimer -

"La felicità è amore, nient'altro. Felice è chi sa amare. Amore è ogni moto della nostra anima in cui essa senta se stessa e percepisca la propria vita. Felice è dunque chi è capace di amare molto. Ma amare e desiderare non è la stessa cosa. L'amore è il desiderio fattosi saggio; L'amore non vuole avere; vuole soltanto amare."
- Hermann Hesse -

Il pensare divide, il sentire unisce.
- Ezra Pound -

"Una lettera, nel momento in cui la infili nella busta, cambia completamente. Finisce di essere mia, diventa tua. Quello che volevo dire io è sparito. Resta solo quello che capisci tu."
- Cathleen Schine "La lettera d'amore" -

Commenti

Post popolari in questo blog

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.

"La legge del Karma, spiegata ad un bambino" di Mohan

Padre e figlio stanno passeggiando nella foresta. A un certo punto il bambino inciampa e cade. Il forte dolore lo fa gridare: "Ahhhhh!". Con sua massima sorpresa, ode una voce tornare dalla montagna: "Ahhhhh!". Pieno di curiosità, grida: "Chi sei?" - ma l'unica risposta che riceve è: "Chi sei?". Questo lo fa arrabbiare, così grida: "Sei solo un codardo!" - e la voce risponde: "Sei solo un codardo!"

Ogni alba è un simbolo sacro

"Quando al mattino ti svegli, ringrazia il tuo Dio per la luce dell'aurora, per la vita che ti ha dato e per la forza che ritrovi nel tuo corpo. Ringrazia il tuo Dio anche per il cibo che ti dà e per la gioia della vita. Se non trovi un motivo per elevare una preghiera di ringraziamento, allora vuol dire che sei in errore" (Tecumseh, Shawnee).