Passa ai contenuti principali

Alcuni Iniziati - Aivanhov

"Ecco un racconto che ho letto molto tempo fa. Alcuni Iniziati inviarono un giorno i loro discepoli su un'isola deserta, affinché la dissodassero e la valorizzassero. «Quando avrete terminato il vostro compito - dissero loro - una campana vi annuncerà il nostro arrivo».

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

I discepoli si misero subito al lavoro, e ben presto l'isola divenne un vero paradiso. Ma la campana non suonava. Fecero altri lavori, ma continuarono ancora a non sentire nulla. Rifletterono a lungo, e improvvisamente si accese una luce: non avevano pensato a costruire un altare per la Divinità. Iniziarono immediatamente la sua costruzione. Nell'istante in cui l'altare fu terminato, la campana suonò, gli Iniziati arrivarono con solennità e posero sulla fronte dei discepoli un pentagramma luminoso, simbolo delle virtù spirituali.

Questo racconto ci insegna che, quali che siano le sue realizzazioni sulla terra, l'uomo ha terminato il suo compito soltanto quando ha costruito in sé l'altare del Signore, cioè quando è riuscito a manifestare le cinque virtù del pentagramma: l'amore, la saggezza, la verità, la bontà e la giustizia."

(Omraam Mikhael Aivanhov)

- Aivanhov su macrolibrarsi
- Aivanhov su Amazon.it
- Aivanhov su Wikipedia
- Prosveta pubblica le opere d'Aivanhov

Commenti

Post popolari in questo blog

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.

"La legge del Karma, spiegata ad un bambino" di Mohan

Padre e figlio stanno passeggiando nella foresta. A un certo punto il bambino inciampa e cade. Il forte dolore lo fa gridare: "Ahhhhh!". Con sua massima sorpresa, ode una voce tornare dalla montagna: "Ahhhhh!". Pieno di curiosità, grida: "Chi sei?" - ma l'unica risposta che riceve è: "Chi sei?". Questo lo fa arrabbiare, così grida: "Sei solo un codardo!" - e la voce risponde: "Sei solo un codardo!"

La rana non s’ingozza mai di tutta l’acqua dello stagno in cui vive

"Attendetevi che i fiumi scorrano all'incontrario allo stesso modo che ogni uomo nato libero sia contento d'essere rinchiuso entro limiti precisi senza la libertà di andare dove vuole (Saggezza nativa americana)".