Passa ai contenuti principali

Ai miei amici - Paramahansa Yogananda

Ai miei amici, di ogni paese, auguri e benevolenza!

Ovunque voi siate, chiunque voi siate, di qualunque colore, razza, o credo, V'invio il mio amore e il pegno della mia lealtà. Voi, che per centinaia di anni, o per solo un giorno, avete lavorato e lottato per la giustizia, la libertà, e la Verità, ricevete la mia gratitudine e la mia devozione.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Sia che dimoriate in palazzi o baracche, in città o nelle giungle, in ville o tuguri - se nel vostro cuore avete l'impulso verso la direzione piu' alta, migliorando la vostra vita ed elevandone gli ideali, credetemi quando dico che sono vostro amico, e che vi ritengo miei fratelli benedetti.

Molti di voi li ho conosciuti nel passato, e altri non li ho mai visti, ma penso che Dio, al momento opportuno, mi permetterà di incontrare ciascuno di voi faccia a faccia dandovi dimostrazione del mio amore.

Comunque, non importa non essere insieme ora, e non importa neanche la separazione del tempo, dello spazio, o la distanza piu' infinita. L'unica cosa che conta è che siamo amici, lavorando insieme per una Causa comune, la Causa della rettitudine e dell'evoluzione dei figli di Dio. Sebbene non vi veda, spesso sento vicino a me la vostra presenza, e il brivido dei nobili pensieri che inviate. Sebbene non abbiate mai letto le parole che sto scrivendo, dichiaro che sentirete la vibrazioni della tenerezza e della gentilezza che emanano nei vostri confronti.

Il nostro lavoro, il nostro amore, i propositi, sono solo Uno.

Marciate, cari amici, verso il piu' alto e luminoso traguardo! Continuate nel sognare giorni felici e nel perseguire il vostro atto di servizio al prossimo. Proteggete la fiaccola della Fede dai venti del dubbio, affinché la tempesta non disturbi la pace della vostra mente.

(Paramahansa Yogananda - "East-West", 6-1, November, 1933)

- Libri di Paramahansa Yogananda su Macrolibrarsi.it
- Ananda.it
- Paramahansa Yogananda su Amazon.it
- Paramahansa Yogananda su Wikipedia
- Self-Realization Fellowship
- Guruji.it
- Kriyayoga.it
- Center for Spiritual Awareness (pagina in italiano)

Commenti

Post popolari in questo blog

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.

Il Sutra della Lampadina (satira buddhista)

I - Così l'ho sentito.

Una volta il Bhagavan si trovava a Rajagriha sul Poggio dell'Avvoltoio, accompagnato da una grande folla di bikkhu e di una grande folla di bodhisattva. Era tardi, e in quel momento, benché la notte fosse sul punto di calare, il Bhagavan stava concentrato su quella parte dei dharma chiamata Profonda Illuminazione che lo faceva brillare nella penombra.

"La legge del Karma, spiegata ad un bambino" di Mohan

Padre e figlio stanno passeggiando nella foresta. A un certo punto il bambino inciampa e cade. Il forte dolore lo fa gridare: "Ahhhhh!". Con sua massima sorpresa, ode una voce tornare dalla montagna: "Ahhhhh!". Pieno di curiosità, grida: "Chi sei?" - ma l'unica risposta che riceve è: "Chi sei?". Questo lo fa arrabbiare, così grida: "Sei solo un codardo!" - e la voce risponde: "Sei solo un codardo!"