Passa ai contenuti principali

Come l'oceano ha le sue onde ... - Sogyal Rinpoche

Come l'oceano ha le sue onde e il sole ha i suoi raggi, anche la mente ha i suoi riflessi: sono i pensieri e le emozioni.
L'oceano ha le sue onde, ma non ne è particolarmente disturbato. Le onde, in effetti, sono la natura stessa dell'oceano.
Le onde continuano a sorgere, ma dove vanno a finire? Ritornano nell'oceano.
E da dove vengono? Sempre dall'oceano!

ABC collage

Allo stesso modo, i pensieri e le emozioni sono la luminosità e l'espressione della natura stessa della mente.
Essi sorgono dalla mente, ma dove vanno a finire quando si dissolvono? Di nuovo nella mente!
Qualsiasi cosa sorga, non vederla come un problema particolare. Se non reagisci impulsivamente, se resti semplicemente paziente, tornerà a dissolversi di nuovo nella sua natura essenziale.

Quando possiedi questa comprensione, l'apparire dei pensieri non fa che rinforzare la tua pratica. Ma quando non comprendi cosa sono intrinsecamente i pensieri (cioè la manifestazione luminosa della natura della mente) allora diventano causa di confusione.
Dunque coltiva un'attitudine spaziosa, aperta e compassionevole verso i tuoi pensieri ed emozioni perché, di fatto, i pensieri sono come la tua famiglia, la famiglia della tua mente.
Di fronte a loro, come diceva sempre Dudjom Rinpoche, "Sii come un uomo anziano e saggio, che guarda i bambini mentre giocano".

Sogyal Rinpoche

Tradotto da Italo Choni Dorje
http://www.vajrayana.it

- http://it.wikipedia.org/wiki/Sogyal_Rinpoche
- Libri di Sogyal Rimpoche - macrolibrarsi
- Sogyal Rinpoche - Amazon.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.

Il Sutra della Lampadina (satira buddhista)

I - Così l'ho sentito.

Una volta il Bhagavan si trovava a Rajagriha sul Poggio dell'Avvoltoio, accompagnato da una grande folla di bikkhu e di una grande folla di bodhisattva. Era tardi, e in quel momento, benché la notte fosse sul punto di calare, il Bhagavan stava concentrato su quella parte dei dharma chiamata Profonda Illuminazione che lo faceva brillare nella penombra.

"La legge del Karma, spiegata ad un bambino" di Mohan

Padre e figlio stanno passeggiando nella foresta. A un certo punto il bambino inciampa e cade. Il forte dolore lo fa gridare: "Ahhhhh!". Con sua massima sorpresa, ode una voce tornare dalla montagna: "Ahhhhh!". Pieno di curiosità, grida: "Chi sei?" - ma l'unica risposta che riceve è: "Chi sei?". Questo lo fa arrabbiare, così grida: "Sei solo un codardo!" - e la voce risponde: "Sei solo un codardo!"