Passa ai contenuti principali

E ti lasci cullare

Se cerchi qualcosa di specifico sulla meditazione è molto utile che tu approfondisca qualcuno di questi articoli. Se poi vuoi essere pure informato delle pubblicazioni più recenti puoi iscriverti alla newsletter. Ma se invece volessi sviscerarne il lato più umano, nonché i risvolti che la consapevolezza suscitata dalla pratica meditativa comporta, ti suggerisco di seguire questo stesso blog. ...


Cos'è che ti sorprende di più nella vita? Le disgrazie provocate dai disastri naturali – per inciso non posso non pensare a quelli più recenti avvenuti in Liguria (novembre 2011) – o la bellezza di una splendida alba, di uno straordinario, quanto indimenticabile tramonto?

Mentre il dispiacere per le vittime ti rammenta la caducità degli esseri senzienti, lo sconcerto per gli avvenimenti ti richiama l'ineluttabilità dell'impermanenza. Così come ti rendi conto che il tempo a tua disposizione non è affatto eterno, chiudi gli occhi e ti lasci cullare sulle placide onde del non-senso. ... segue ...

Commenti

Post popolari in questo blog

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.

"La legge del Karma, spiegata ad un bambino" di Mohan

Padre e figlio stanno passeggiando nella foresta. A un certo punto il bambino inciampa e cade. Il forte dolore lo fa gridare: "Ahhhhh!". Con sua massima sorpresa, ode una voce tornare dalla montagna: "Ahhhhh!". Pieno di curiosità, grida: "Chi sei?" - ma l'unica risposta che riceve è: "Chi sei?". Questo lo fa arrabbiare, così grida: "Sei solo un codardo!" - e la voce risponde: "Sei solo un codardo!"

La rana non s’ingozza mai di tutta l’acqua dello stagno in cui vive

"Attendetevi che i fiumi scorrano all'incontrario allo stesso modo che ogni uomo nato libero sia contento d'essere rinchiuso entro limiti precisi senza la libertà di andare dove vuole (Saggezza nativa americana)".