Passa ai contenuti principali

E ti lasci cullare

Se cerchi qualcosa di specifico sulla meditazione è molto utile che tu approfondisca qualcuno di questi articoli. Se poi vuoi essere pure informato delle pubblicazioni più recenti puoi iscriverti alla newsletter. Ma se invece volessi sviscerarne il lato più umano, nonché i risvolti che la consapevolezza suscitata dalla pratica meditativa comporta, ti suggerisco di seguire questo stesso blog. ...


Cos'è che ti sorprende di più nella vita? Le disgrazie provocate dai disastri naturali – per inciso non posso non pensare a quelli più recenti avvenuti in Liguria (novembre 2011) – o la bellezza di una splendida alba, di uno straordinario, quanto indimenticabile tramonto?

Mentre il dispiacere per le vittime ti rammenta la caducità degli esseri senzienti, lo sconcerto per gli avvenimenti ti richiama l'ineluttabilità dell'impermanenza. Così come ti rendi conto che il tempo a tua disposizione non è affatto eterno, chiudi gli occhi e ti lasci cullare sulle placide onde del non-senso. ... segue ...

Commenti

Post popolari in questo blog

Com'è fresco il soffio del vento! - Thich Nhat Hanh

« Com'è fresco il soffio del vento!
La pace è ogni passo.
E fa gioioso il sentiero senza fine. »
(Thich Nhat Hanh, La pace è ogni passo)

Thich Nhat Hanh, monaco zen vietnamita, poeta e attivo sostenitore dei processi di pace, maestro di meditazione, è oggi insieme al Dalai Lama una delle figure più rappresentative del Buddhismo nel mondo. Nato in Vietnam centrale nel 1926, ordinato monaco all’età di 16 anni, ha interpretato e promosso, fin dalla giovinezza, il buddhismo quale strumento per portare pace, riconciliazione e fratellanza nella società.

Dal Canto di Mahamudra

Alcuni brani tratti dal "Canto di Mahamudra" di Tilopa. Il Mahamudra è l'insegnamento spirituale e il percorso di meditazione della scuola buddhista-tibetana Kagyu, iniziata proprio da Tilopa, nella quale rientrano il suo allievo Naropa, Marpa il Traduttore e il suo celeberrimo allievo Milarepa.

I cinque precetti buddisti

La pratica buddista richiede che si osservino i cinque precetti fondamentali come impegno minimo, per non far  del male a se stessi e agli altri con le parole e con le azioni. Questi precetti si recitano regolarmente per ricordarsi dell'impegno assunto. I precetti sono: