Passa ai contenuti principali

Quando i ladri sono al potere

Da una poesia che proviene dal futuro.

Quando i ladri sono al potere:

- la chiara luce della mente? Il più oscuro e più tetro degli inferi -

- la meditazione? Una spina nel fianco della loro incoscienza -


- la spiritualità? Una chiacchiera in stile beauty farm -

- la religione? Un palcoscenico per mitigare l'eco delle loro malefatte -

- ai buoni, ai giusti, alle persone più umili sono riservate solo sofferenze -

- pagano sempre famiglie e ammalati -

Ero triste, ma il bisbiglio della coscienza mi ha rincuorato all'istante:
l'antro senza vergogna li accoglierà con giubilo,
il karma della vita gli riserverà il trattamento più consono,
- il fato, la sorte, la ventura? Il loro stesso odio li ha già designati -

Ipse dixit.

Commenti

Post popolari in questo blog

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.

Il Sutra della Lampadina (satira buddhista)

I - Così l'ho sentito.

Una volta il Bhagavan si trovava a Rajagriha sul Poggio dell'Avvoltoio, accompagnato da una grande folla di bikkhu e di una grande folla di bodhisattva. Era tardi, e in quel momento, benché la notte fosse sul punto di calare, il Bhagavan stava concentrato su quella parte dei dharma chiamata Profonda Illuminazione che lo faceva brillare nella penombra.

"La legge del Karma, spiegata ad un bambino" di Mohan

Padre e figlio stanno passeggiando nella foresta. A un certo punto il bambino inciampa e cade. Il forte dolore lo fa gridare: "Ahhhhh!". Con sua massima sorpresa, ode una voce tornare dalla montagna: "Ahhhhh!". Pieno di curiosità, grida: "Chi sei?" - ma l'unica risposta che riceve è: "Chi sei?". Questo lo fa arrabbiare, così grida: "Sei solo un codardo!" - e la voce risponde: "Sei solo un codardo!"