Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2015

Il lavoro della consapevolezza - Nisargadatta Maharaj

Osservandoti nella vita quotidiana con attento interesse, con l'intenzione di capire piuttosto che di giudicare, nell'accettazione completa di qualunque cosa possa emergere, per il solo fatto che è lì, tu dai modo a ciò che è profondo di venire in superficie e di arricchire la tua vita e la tua coscienza con le sue energie imprigionate.

La beatitudine dell’essere - Ranjit Maharaj

Interlocutore: Quando contemplo la mia vera natura e mi immergo nella sensazione di essere, mi sento pervadere da un sentimento d’amore che non ha alcuna causa. E’ qualcosa di reale questo sentimento o è ancora un’illusione?

Il tempo è nella mente, lo spazio è nella mente - Nisargadatta Maharaj

Non può esserci continuità nell'esistenza. La continuità implica un'identità nel passato, nel presente e nel futuro. Ma una tale identità è impossibile, dato che gli stessi oggetti con cui ci si identifica fluttuano e cambiano. La continuità, la permanenza, non sono che illusioni create dalla memoria, pure proiezioni mentali d'un modello laddove non può esserci alcun modello.

Compassione - Dalai Lama

"La compassione è un qualcosa di simile a un sentimento di altruismo, un senso di preoccupazione per le difficoltà e per il dolore degli altri. Non solo la famiglia e gli amici, ma tutte le altre persone, anche i nemici. Ora, se analizziamo veramente le nostre emozioni, diventa chiara una cosa: se pensiamo solo a noi stessi, se dimentichiamo gli altri, allora la nostra mente occupa un'area molto piccola. Dentro questa piccola area, anche un problema minuscolo appare molto grande.

Il numero 8 - Omraam Mikhael Aivanhov

Il numero 8 è formato da due cerchi posti l'uno sopra l’altro, che si toccano in un punto. Il cerchio superiore rappresenta il mondo che è in alto, il cerchio inferiore il mondo che è in basso, e i due mondi sono in contatto tra loro. Nella raffigurazione del numero 8 – dove il cerchio inferiore è esattamente simmetrico rispetto al cerchio superiore – si può vedere rappresentato il principio enunciato da Hermes Trismegistus nella Tavola di Smeraldo: «Tutto ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e tutto ciò che è in alto è come ciò che è in basso, per compiere il miracolo della cosa unica».

Aforismi vari

"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo." [Gandhi]

"Temere l'amore è temere la vita e chi teme la vita è già morto per tre quarti." [Bertrand Russel]

"Il modo migliore per realizzare un sogno è quello di svegliarsi." [Paul Valéry]

"Chi sa ridere è padrone del mondo." [Giacomo Leopardi]

Differenze buddismo cristianesimo secondo il Dalai Lama

Quali differenze e quali analogie vede tra buddismo e cristianesimo?

"La maggior differenza tra buddismo e cristianesimo risiede nella concezione di un Dio creatore, assolutamente fondamentale nel cristianesimo. Tutto l'orizzonte di questa religione si fonda sul concetto di un Dio che ha creato l'uomo a sua immagine e somiglianza. Il concetto di Dio, e dell'obbedienza dell'uomo a Dio, permea l'intera struttura spirituale del cristianesimo. Invece il buddismo pone l'accento sulla sofferenza insita nella condizione umana e sui mezzi per poterla prima alleviare e infine superare definitivamente tramite l'Illuminazione interiore. Potremmo dire che il concetto di Illuminazione sta alla base della concezione buddista così come quello di Dio sta alla base del cristianesimo. Sembrerebbe quindi che non si potrebbero immaginare due vie spirituali più distanti. Eppure, se andiamo oltre questa constatazione di massima, vediamo che invece vi sono anche moltissime a…

L’arte del dialogo - P. Krishna

Il dizionario definisce “dialogo” una conversazione fra due o più persone e anche come uno scambio di opinioni o idee. Krishnamurti dava a questo termine un significato molto più profondo e sottolineò la sua importanza come mezzo di indagine religiosa della Verità, che definiva come il non conosciuto. Egli faceva distinzione tra la conoscenza della verità e la sua realizzazione e usava il dialogo come un modo per consentire quest’ultima.

Autosservazione - Anthony de Mello

Qual è la cosa più importante in assoluto? Si chiama autosservazione. Non significa essere assorti nei propri problemi, essere preoccupati di sé. Non è di questo che sto parlando: parlo dell’autosservazione. E cosa sarebbe? Significa osservare tutto ciò che è all’interno di noi stessi e intorno a noi, fino al punto più estremo, e osservarlo come se accadesse a qualcun altro.

Riflettendo sul bene e sul male

Racconta una antica storia cinese di un vecchio pescatore che era coadiuvato da un figlio giovane e forte. Un giorno, durante la pesca, il figlio cadde su un tronco che affiorava dall'acqua, e si ruppe una gamba. Gli altri pescatori accorsero alla casa dell'infermo e si dispiacquero dell'accaduto. Il vecchio pescatore li ringraziò e poi disse: "Non so se è male". Da lì a qualche giorno arrivarono le guardie delll'imperatore per reclutare alla guerra tutti i giovani del villaggio. Naturalmente il figlio del vecchio pescatore non fu preso e gli altri genitori andarono da lui per rinfacciargli quella insperata fortuna; e il saggio pescatore rispose: "Non so se è bene".

Alcuni Iniziati - Aivanhov

"Ecco un racconto che ho letto molto tempo fa. Alcuni Iniziati inviarono un giorno i loro discepoli su un'isola deserta, affinché la dissodassero e la valorizzassero. «Quando avrete terminato il vostro compito - dissero loro - una campana vi annuncerà il nostro arrivo».

Ai miei amici - Paramahansa Yogananda

Ai miei amici, di ogni paese, auguri e benevolenza!

Ovunque voi siate, chiunque voi siate, di qualunque colore, razza, o credo, V'invio il mio amore e il pegno della mia lealtà. Voi, che per centinaia di anni, o per solo un giorno, avete lavorato e lottato per la giustizia, la libertà, e la Verità, ricevete la mia gratitudine e la mia devozione.

Sutra buddhisti

Lode a tutti i Buddha delle dieci direzioni e dei tre tempi,
a tutti i venerabili Bodhisattva e Mahasattva
e alla Perfezione della Suprema Saggezza.

Pensieri e massime

Io credo che la natura umana sia fondamentalmente positiva e gentile; perciò la via della nonviolenza è la via dell'uomo. (Tenzin Gyatso, XIV Dalai Lama)

Sentitevi immortali, perché lo siete. (Vivekananda)

La religione come fenomeno naturale - Daniel C. Dennett

«Siete in un prato e osservate una formica che cerca faticosamente di scalare un filo d’erba, sempre più su fino a cadere; ogni volta che cade, la formica riprende a salire, come Sisifo con la sua pietra, compiendo ogni sforzo per giungere in cima. Perché lo fa? Quale beneficio spera di ottenere da un’attività così faticosa e poco promettente? La domanda si rivela sbagliata. La formica non ottiene alcun beneficio biologico: non cerca una migliore veduta del territorio, per esempio; non cerca del cibo e non cerca nemmeno di farsi notare da un potenziale compagno.

Haiku

Haiku, componimento poetico giapponese che consta di diciassette sillabe distribuite in tre gruppi di cinque, sette e cinque sillabe. Nacque come invito all'ironia e aveva intenti comico-satirici, ma nel XVII secolo, Basho pose fine a questa tendenza destinando i versi a espressioni tipicamente liriche». La forma haiku è dunque una rigorosa interpretazione del soggetto pensante che, affidandosi alla rapidità del frammento - o alla frammentazione della rapidità espressiva - racchiude in un esiguo spazio di qualche immagine una impressione, un sobbalzo del cuore, un'aritmia. L'haiku ha avuto anche da noi, nei più recenti decenni, qualche lodevole applicazione, ma ha perduto però l'incanto che i poeti originali giapponesi avevano affidato ai loro graziosi e squisiti «improvvisi».

Ho pranzato con Dio ...

Un bambino desiderava incontrare Dio. Sapeva che c'era tanta strada da fare, per incontrarlo, così riempì lo zainetto con merendine e aranciata e cominciò il suo viaggio.

Dopo circa tre isolati, s'imbatté in una vecchia, che se ne stava lì al parco, seduta su una panchina a fissare i piccioni. Il bambino le si sedette accanto ed aprì lo zainetto per prendersi qualcosa da bere, quando notò che la vecchia sembrava affamata, così le offrì una merendina.

Qualità - Robert M. Pirsig

La qualità ... sappiamo cos'è eppure non lo sappiamo. Questo è contraddittorio. Alcune cose sono meglio di altre, cioè hanno più qualità. Ma quando provi a dire in che cosa consiste la qualità astraendo dalle cose che la posseggono, paff, le parole ti sfuggono di mano. Ma se nessuno sa cos'è, ai fini pratici non esiste per niente. Invece esiste eccome.

Pensieri da "diario di bordo" - Joseph Goldstein

Una grande distrazione sono, a volte, i pensieri da «diario di bordo», tipo: «Adesso non sto pensando a niente»; «Le cose adesso vanno molto bene»; «È un disastro: la mia mente non riesce a stare tranquilla nemmeno un po'» e così via... Tutti questi pensieri andrebbero semplicemente etichettati come pensieri e, come dice Huang Po, «lasciati cadere come un pezzo di legno marcio». Lasciati cadere, non soppressi.

La ricerca del profumo

Tempo fa ricevetti, mediante newsletter, questo splendido racconto ...

Il poeta tedesco Rilke abitò per un certo periodo a Parigi. Per andare all'Università percorreva ogni giorno, in compagnia di una sua amica francese, una strada molto frequentata. Un angolo di questa via era permanentemente occupato da una mendicante che chiedeva l'elemosina ai passanti.

Dio, Dea, Spirito (aforismi)

Il mondo è la ruota di Dio, che gira e rigira in tondo con tutte le creature viventi sul bordo. Il mondo è il fiume di Dio, che da lui fluisce e in lui rifluisce. (Shvetashvatara Upanishad)

È meglio vedere Dio in ogni cosa che tentare di rappresentarselo. (Neem Karoli Baba)

"Il tempo presente" - Dogen

Non pensate che il tempo voli semplicemente via. Non dovete vedere il volar via come l'unica funzione del tempo. Se il tempo volasse soltanto via, voi sareste separati dal tempo. Il motivo per cui non capite con chiarezza il tempo presente è che pensate al tempo soltanto nei termini del passare.

Uno dei segreti del successo - Omraam Mikhael Aivanhov

"Esercitate la vostra facoltà di osservazione. Quando uscite da un luogo, dovreste essere capaci di descriverlo, non tanto perché quel luogo sia necessariamente di un certo interesse, quanto per il fatto che è importante esercitarsi ad osservare.

Il grande canto delle mille voci - Hermann Hesse

Siddharta ascoltava. Era ora tutt'orecchi, interamente immerso in ascolto, totalmente vuoto, totalmente disposto ad assorbire; sentiva che ora aveva appreso tutta l'arte dell'ascoltare. Spesso aveva ascoltato tutto ciò, queste mille voci nel fiume, ma ora tutto ciò aveva un suono nuovo. Ecco che più non riusciva a distinguere le molte voci, le allegre da quelle in pianto, le infantili da quelle virili, tutte si mescolavano insieme, lamenti di desiderio e riso del saggio, grida di collera e gemiti di morenti, tutto era una cosa sola, tutto era mescolato e intrecciato, in mille modi ...

Che significa essere svegli? - Aivanhov

"Dalla mattina alla sera gli esseri umani si dedicano alle loro occupazioni; sembrano svegli, ma in realtà i più non fanno che dormire. Attraversano la vita con gli occhi chiusi, calpestando il santuario della natura. Non sentono intorno a sé la presenza invisibile di altre creature vive e intelligenti e di altre forze che circolano, ma si limitano a ciò che è immediatamente accessibile ai loro cinque sensi.

Senza peccato non c’è redenzione ... - Paolo D’Arpini

Lasciate che i pargoli ... dicano la verità. «[...] mi sovviene una storiella, forse vera e comunque verosimile, appresa da Osho, ed il fatto sembra accadde realmente in una scuola missionaria d’oltre oceano.

La soglia interiore - Osho

"Solo la meditazione può rendere civilizzata l’umanità, perché solo la meditazione permette di sprigionare la creatività che ogni essere umano possiede, sottraendogli al tempo stesso la distruttività. La meditazione porterà alla luce la tua compassione, e si porterà via la tua crudeltà. La meditazione ti renderà responsabile di fronte al tuo stesso essere, per cui non potrai più agire come un criminale.

Tutto è uno - Albert Einstein

"Un essere umano è parte di un tutto che chiamiamo 'universo', una parte limitata nel tempo e nello spazio.

Sperimenta se stesso, i pensieri e le sensazioni come qualcosa di separato dal resto, in quella che è una specie di illusione ottica della coscienza.