Passa ai contenuti principali

Nulla è per sempre - Dalai Lama

"Osservate questi grandi re e rajah - anche in Occidente - con i loro grandi castelli e forti. Questi imperatori si consideravano immortali. Ma adesso, quando osserviamo queste strutture, è piuttosto stupido. Guardate la Grande Muraglia cinese. Ha creato un’immensa sofferenza ai sottoposti che l’hanno costruita. Ma questi lavori sono stati svolti con un pensiero: “Il mio potere e il mio impero dureranno per sempre”.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Come il Muro di Berlino - alcuni leader comunisti della Germania dell’Est dissero che sarebbe durato almeno mille anni. Tutti questi sentimenti provengono dall’aggrapparsi a loro stessi e al loro partito o alle loro credenze e dal pensare che rimarranno per sempre. Ora è vero che abbiamo bisogno del desiderio positivo come parte della nostra motivazione – senza desiderio non c’è movimento. Ma il desiderio unito all’ignoranza è pericoloso. Il sentimento di permanenza che spesso crea un’idea del tipo “Io rimarrò per sempre” non è realistico. Questa è ignoranza. E quando la unisci al desiderio – alla volontà di volere di più, qualcosa di più, di più – crea ancora più problemi."

Dalai Lama

- Da: beppegrillo.it/magazine (05-01-14)
- Dalai Lama (Amazon.it)
- Il Dalai Lama su Macrolibrarsi.it
- Il Dalai Lama su Wikipedia
- Frasi celebri del Dalai Lama

Commenti

Post popolari in questo blog

La trasformazione della mente - Dalai Lama

La mente può e deve trasformare se stessa. Può liberarsi delle impurità che la contaminano e assurgere al più alto livello.

Age quod agis

Age quod agis: la locuzione tradotta letteralmente significa Fai (bene) quanto stai facendo. In maniera metaforica la frase costituisce un richiamo ad interpretare correttamente il presente, che solo è in nostro possesso e dal quale dipende l'avvenire.

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.