Passa ai contenuti principali

Venti minuti - Sogyal Rinpoche

Spesso la gente mi chiede: “Quanto a lungo devo meditare? E quando? Devo praticare venti minuti al mattino e venti minuti alla sera, o è meglio fare ripetute sedute brevi durante il giorno?” Si, è buono meditare venti minuti, anche se non è che venti minuti siano un limite. Non ho trovato alcun riferimento nelle scritture su “venti minuti”; credo che sia un’idea sorta in Occidente, personalmente la chiamo: Tempo Standard Occidentale.


Il punto non è quanto a lungo meditate; il punto è se la pratica vi porta realmente ad un certo stato di consapevolezza e presenza mentale, dove siate un po’ più aperti ed in grado di connettervi con il cuore della vostra essenza. E cinque minuti di pratica seduta consapevole e risvegliata, ha un valore ben più importante di venti minuti di sonnolenza!

Sogyal Rinpoche

- http://it.wikipedia.org/wiki/Sogyal_Rinpoche
- Libri di Sogyal Rimpoche - macrolibrarsi
- Sogyal Rinpoche - Amazon.it

Commenti

Post popolari in questo blog

La trasformazione della mente - Dalai Lama

La mente può e deve trasformare se stessa. Può liberarsi delle impurità che la contaminano e assurgere al più alto livello.

Age quod agis

Age quod agis: la locuzione tradotta letteralmente significa Fai (bene) quanto stai facendo. In maniera metaforica la frase costituisce un richiamo ad interpretare correttamente il presente, che solo è in nostro possesso e dal quale dipende l'avvenire.

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.