Passa ai contenuti principali

Connessione con il vostro corpo interiore - Eckhart Tolle

La chiave sta nell'essere in uno stato di connessione permanente con il vostro corpo interiore: percepirlo in ogni momento. Questo approfondirà e trasformerà rapidamente la vostra vita. Più consapevolezza indirizzate verso il corpo interiore, più elevata diventa la sua frequenza di vibrazione, analogamente a una luce che si fa più intensa quando si agisce sull'interruttore graduale aumentando così il flusso di elettricità. A questo più elevato livello di energia, la negatività non può più influenzarvi e voi tendete ad attrarre circostanze nuove che riflettono questa frequenza più elevata.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Se manterrete il più possibile l'attenzione rivolta al corpo - interiore, ndr -, sarete ancorati nell'Adesso. Non vi perderete nel mondo esterno e non vi perderete nella vostra mente. Pensieri ed emozioni, paure e desideri potranno ancora essere presenti in certa misura, ma non voi sopraffaranno.

Eckhart Tolle

- Da "Il potere di adesso" di Eckhart Tolle - su Amazon.it
- Eckhart Tolle su Amazon.it
- Eckhart Tolle su Macrolibrarsi.it
- http://it.wikipedia.org/wiki/Eckhart_Tolle

Commenti

Post popolari in questo blog

La trasformazione della mente - Dalai Lama

La mente può e deve trasformare se stessa. Può liberarsi delle impurità che la contaminano e assurgere al più alto livello.

Age quod agis

Age quod agis: la locuzione tradotta letteralmente significa Fai (bene) quanto stai facendo. In maniera metaforica la frase costituisce un richiamo ad interpretare correttamente il presente, che solo è in nostro possesso e dal quale dipende l'avvenire.

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.