Passa ai contenuti principali

Espandi il tuo amore a tutti - Paramhansa Yogananda

Ecco a voi piccoli estratti dalla preziosissima e ricchissima fonte degli insegnamenti impartiti dal noto yogi e maestro di meditazione Paramhansa Yoganada e del suo discepolo diretto Swami Kriyananda: "Come amare ed essere amati" di Paramhansa Yogananda.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

«Espandi il tuo amore a tutti. I nostri congiunti sono coloro che consideriamo nostri cari. Amare i parenti prossimi è un ottimo esercizio per espandere la coscienza ed esercitarci ad amare tutti i nostri simili come se fossero la nostra famiglia in Dio, poiché i nostri familiari e gli sconosciuti sono ugualmente figli di Dio. Se limiti il tuo amore alla famiglia, sperimenterai la Coscienza Cristica soltanto in modo limitato. Quando ami i tuoi vicini come se fossero la tua famiglia allargata, tu esprimi un livello superiore di Coscienza Cristica. Quando provi per tutta la gente l´amore che provi per i tuoi cari, allora esprimi il massimo grado della Coscienza Cristica. Ogni volta che incontri un cuore solitario o un fratello in lacrime lungo la strada e il tuo cuore prova un moto di compassione per quell´anima, hai espanso la tua coscienza verso la vera, infinita, Coscienza di Cristo. Il mio Maestro, Sri Yukteswar, una volta mi chiese: «Ami la gente?» e io risposi: «No, amo soltanto Dio».

«Non è abbastanza» replicò il Maestro. In seguito mi domandò ancora: «Ami la gente?».
Allora sorrisi con beatitudine e risposi: «Non c´è bisogno di chiedermelo». Il mio Maestro poté vedere che in quel momento il mio amore era troppo immenso per poterne parlare. Così si limitò a sorridere. L´amore altruista ...

Quando sei un´unica cosa con l´Infinito, non sei più consapevole di te stesso come ego: sai soltanto che l´onda della vita non può fluttuare e danzare senza l´oceano alle sue spalle. Se provi un forte attaccamento per le cose di questa vita, ti dimenticherai di Dio. Ecco perché siamo destinati a perdere le cose: non per essere puniti, ma per vedere se amiamo le piccole cose più dell´Infinito. Per il tuo sviluppo spirituale, in primo luogo devi seguire lo spirito universale di Cristo. Ciò non significa che devi farti crocifiggere per essere come Cristo! Tuttavia ogni desiderio inutile, in un certo senso, dovrebbe essere crocifisso. Alcuni cercano i doni di Dio, ma coloro che sono saggi cercano Dio, il Donatore di tutti i doni. Puoi provare a compiacere gli altri, ma dopo un po´ si dimenticheranno di te. Possono erigere una statua in tuo onore, ma solo in pochi la guarderanno e si ricorderanno delle tue buone azioni. Devi sviluppare la tua socievolezza, ma ciò non significa che devi conoscere ogni persona al mondo in modo personale e individuale. Devi invitare il mondo intero nel tuo cuore. La coscienza di Cristo include tutto nel suo amore. Quella coscienza è nata nel corpo di Gesù, e nel corpo degli altri grandi maestri. Finché non avrai raggiunto quella coscienza, non giudicare mai nessuno. Con quella coscienza, il tuo giudizio sarà sempre gentile e, in realtà, sarà una semplice valutazione. Il richiamo dell´amicizia ... Dio vive e respira in ogni essere vivente. Siamo americani o indù o di qualsiasi altra nazionalità soltanto per pochi anni, ma siamo per sempre i figli di Dio. L´anima non può essere imprigionata nei confini costruiti dall´uomo: la sua nazionalità è lo Spirito, il suo Paese è l´Onnipresenza.
Per prima cosa, ama la tua famiglia come te stesso. L´impulso più forte è di amare soltanto te stesso, ma non appena riesci ad amare qualcun altro come te stesso, o persino di più, ti sei evoluto spiritualmente. Se invece ami te stesso più di chiunque altro, allora sei prigioniero del tuo ego.»

- Libri di Paramahansa Yogananda su Macrolibrarsi.it
- Ananda.it
- Paramahansa Yogananda su Amazon.it
- Paramahansa Yogananda su Wikipedia
- Self-Realization Fellowship
- Guruji.it
- Kriyayoga.it
- Center for Spiritual Awareness (pagina in italiano)

Commenti

Post popolari in questo blog

La trasformazione della mente - Dalai Lama

La mente può e deve trasformare se stessa. Può liberarsi delle impurità che la contaminano e assurgere al più alto livello.

I rischi della “zona intermedia” - Sri Aurobindo

In questo brano (la risposta ad un discepolo che gli chiedeva consiglio circa le proprie esperienze) Aurobindo tratta dei rischi della "zona intermedia": quello stato o periodo di confusione in cui si esce dalla coscienza personale e ci si apre a quella cosmica, senza aver tuttavia trasceso i livelli della mente umana.

"Tutte queste esperienze sono della stessa natura e ciò che vale per una vale anche per l'altra. A parte alcune esperienze di carattere personale, le altre sono o idee-verità, come quelle che si riversano dall'alto nella coscienza quando si entra in contatto con certi piani d'essere, oppure potenti formazioni provenienti dai più vasti mondi della mente e del vitale le quali, non appena il sadhaka si apre a tali mondi, si precipitano dentro di lui cercando di usarlo per realizzarsi. Queste cose, quando scendono o entrano nella coscienza, si presentano con una grande forza, un vivo senso d'ispirazione o illuminazione, una sensazione vivissim…

Age quod agis

Age quod agis: la locuzione tradotta letteralmente significa Fai (bene) quanto stai facendo. In maniera metaforica la frase costituisce un richiamo ad interpretare correttamente il presente, che solo è in nostro possesso e dal quale dipende l'avvenire.