Passa ai contenuti principali

Avvicinarsi al centro divino - Aivanhov

"Ogni volta che ne avete le condizioni, pensate a fare questo esercizio. Chiudete gli occhi, concentratevi e cercate di avvicinarvi al centro divino in voi stessi... A poco a poco, sentirete che i pensieri, i sentimenti e i desideri che non vibrano in armonia, sono ricondotti verso quel centro intorno al quale devono gravitare.

Testi e immagini per la meditazione - yoga - meditation - zen

Voi soffrite per il fatto di non poter dominare la vostra vita psichica, e vorreste sentirvi come un mondo organizzato: cercate allora di richiamare quegli elementi disparati che vanno in tutte le direzioni e induceteli a girare intorno al vostro sole interiore, così come i pianeti girano intorno al sole. A quel punto, sì, si può parlare di ordine, di armonia e di Regno di Dio! Dal momento che c'è un centro, un sole, un nucleo, tutti gli altri elementi trovano il proprio posto, la traiettoria da seguire, e riescono a percorrerla senza scontrarsi."

(Omraam Mikhael Aivanhov)

- Aivanhov su macrolibrarsi
- Aivanhov su Amazon.it
- Aivanhov su Wikipedia
- Prosveta pubblica le opere d'Aivanhov

Commenti

Post popolari in questo blog

La trasformazione della mente - Dalai Lama

La mente può e deve trasformare se stessa. Può liberarsi delle impurità che la contaminano e assurgere al più alto livello.

Age quod agis

Age quod agis: la locuzione tradotta letteralmente significa Fai (bene) quanto stai facendo. In maniera metaforica la frase costituisce un richiamo ad interpretare correttamente il presente, che solo è in nostro possesso e dal quale dipende l'avvenire.

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.