Passa ai contenuti principali

I pensieri sono angeli - Harry Palmer

Stavo pensando a proposito dei pensieri; cioè, in realtà stavo semplicemente osservandoli scorrere. Mi sembra che ci sia una specie di gerarchia di pensieri: tipologie di pensieri, forse come ci sono tipi diversi di nuvole. ... Una delle definizioni della parola "angelo" è messaggero o pensiero da Dio. Invece di pensare ai pensieri come ad ospiti intrusivi, potremmo pensare ad essi come a degli angeli, e non saremmo i primi a farlo. Invece di dire "Ho avuto un'idea" potremmo dire "Mi è apparso un angelo". Invece di condividere con un altro i nostri pensieri, potremmo condividere con lui una schiera d'angeli. E invece di dire che il mondo ha avuto origine come pensiero, potremmo dire che gli angeli lo hanno costruito.


... Quando siete voi a causarvi di pensare, siete Dio del vostro universo ed inviate gli angeli. Quando è il mondo che vi causa di pensare, siete caduti nel pensiero auto-delusivo, nel pensiero in risposta. ...

... Quando siete Dio del vostro universo e decidete qualcosa, i vostri angeli lo fanno accadere; ma dovete essere Dio del vostro universo. ...

... È importante ed è semplice. Dovete essere un creatore per creare qualcosa. Le persone che cercano di creare "a causa di..." non creano molto, creano principalmente preoccupazioni. Si preoccupano e cercano di preoccupare gli altri. Cercheranno di convincervi che qualche idea o qualche realtà sia più potente di quanto voi siate. Questo è un nonsenso, è una menzogna. Hanno semplicemente perso tutti i propri angeli e non si sono ancora rese conto che possono crearne degli altri. ...

... un'altra definizione di potere. Questa le racchiude tutte: la capacità di originare pensieri-angelo. Va bene? ...

Harry Palmer
- Da "I pensieri sono angeli" di Harry Palmer

Commenti

Post popolari in questo blog

La trasformazione della mente - Dalai Lama

La mente può e deve trasformare se stessa. Può liberarsi delle impurità che la contaminano e assurgere al più alto livello.

Age quod agis

Age quod agis: la locuzione tradotta letteralmente significa Fai (bene) quanto stai facendo. In maniera metaforica la frase costituisce un richiamo ad interpretare correttamente il presente, che solo è in nostro possesso e dal quale dipende l'avvenire.

Delle mosche del mercato - Friedrich Nietzsche

"Fuggi, amico mio, nella solitudine! Io ti vedo stordito dal chiasso dei grandi uomini e punzecchiato dagli aculei dei piccoli.
Il bosco e la roccia sapranno degnamente tacere con te. Sii simile all'albero che tu ami, quello dall'ampia ramaglia: che è sospeso quieto sul mare e silenzioso ascolta.
Dove finisce la solitudine, comincia il mercato; e dove comincia il mercato, comincia anche il chiasso dei grandi attori drammatici e il ronzio delle mosche velenose.